Un'azione regolare


Migliora lo stile della tua pedalata. L'ingegnere monegasco esperto di biomeccanica Wolfgang Petze, mette in discussione quasi tutto ciò che è stato pubblicato sino ad oggi sull' "azione regolare". Spieghiamo il suo metodo e ti mostriamo com'è possibile usarlo, per migliorare la tua tecnica.


Pedalare con uno stile rotondo e regolare, ed assicurarsi che tutte le forze sulle pedivelle siano utilizzate per una propulsione efficiente: Ecco come potrebbe essere riassunta la famosa pedalata regolare. Ad ogni rotazione delle pedivelle, spingere continuamente, trascinare e tirare - questo è il modo corretto di pedalare che ci è stato insegnato fino ad oggi... Ed è sbagliato, afferma Wolfgang Petzke. La sua teoria è che non è necessario concentrarsi sui pedali per ottenere quanta più forza possibile, nel modo più agevole possibile, piuttosto si deve migliorare l'azione delle gambe dal punto di vista biomeccanico e energetico.

Petzke non lo sta solo affermando, ha infatti studiato la gamba e la pedalata del ciclista professionista come nessun altro. L'ingegnere meccanico è sempre stato affascinato, sin dai suoi giorni da studente, da questo problema bio/tecnico. Nel frattempo ha sviluppato una tecnica di prova, con cui non soltanto può dire la potenza totale espressa con la pedalata ma anche la grandezza e la direzione delle forze che agiscono sul pedale. Ha inoltre programmato un software che simula realisticamente la complessa orchestrazione dei muscoli e delle articolazioni nella gamba di un ciclista. Ad entrambe queste tecniche insieme è stato dato il nome di Caloped, che da alcuni anni viene utilizzato nella professione medica, per aiutare i pazienti nella riabilitazione per il ri-apprendimento della coordinazione muscolare e del movimento. Wolfgang Petzke offre anche test individuali per ciclisti professionisti, per migliorare la tecnica di pedalata o per eradicare dolori cronici, causati da una cattiva distribuzione del peso.

Obiettivo: avere i muscoli che lavorano insieme piuttosto che l'uno contro l'altro

L'approccio rivoluzionario in Caloped consiste nel fatto che la forza applicata alla pedivella non è più il punto principale, Petzke dice che, non è importante, se le forze agiscono nella direzione corretta, se il piede sta tirando, trascinando o spingendo. Pretzke piuttosto prende la gamba (comprese le articolazioni di anca e caviglia) come sistema ed esamina il modo in cui il movimento e la risultante energia propulsiva, scaturiscono dalla tensione muscolare. Il trucco nel suo programma sta nel fatto che utilizzando i dati di una gamba esattamente misurata e le forze misurate grazie al suo test della pedalata, egli trova il giusto equilibrio di lavoro tra ciascuna articolazione (anca, ginocchio , caviglia). Il software mostra questo come potenza su anca, ginocchio e piede. Quindi può vedere se i muscoli lavorano in armonia o antagonismo - se singoli gruppi muscolari stanno favorendo la propulsione o addirittura si oppongono. È importante eliminare dall'equazione, l'influenza che ha la gamba, con la sua sola massa e velocità durante la pedalata. Altri esperti concordano sul fatto che si tratti di un miglioramento rispetto ai metodi precedenti. Thomas Jaitner - professore junior in scienze motorie e dell'allenamento alla Technical University di Kaiserslauten dice: "Il sistema funziona molto bene. Il vantaggio sta nel poter studiare le ragioni che determinano il movimento".

L'idea di pedalata a potenza uniforme è sbagliata

Le implicazioni riguardanti il concetto di azione rotonda, sono di vasta portata: la pressione (forza) sul piede non è un indicazione affidabile che la muscolatura della gamba stia lavorando in modo efficace, perché anche la massa della gamba sta esercitando pressione su di esso. Quindi ci deve essere un altro modo per definire la tecnica di pedalata ottimale. Petzke raccomanda: "Portare la tensione muscolare ed il movimento in armonia. Non cercare deliberatamente di esercitare pressione in una particolare direzione sui pedali". Il biomeccanico ricorda l'esempio dei tre corridori della squadra nazionale tedesca. Avevano allenato, come consigliato dal loro allenatore, un movimento di trascinamento verso la parte posteriore, appena dopo aver raggiunto la posizione orizzontale della pedivella. "Di conseguenza il gruppo muscolare nella parte posteriore della coscia lavora in antagonismo alla non del tutto completa distensione del ginocchio, ciò in realtà peggiora l'efficienza di diversi punti percentuali." Invece, dice Petzke, si dovrebbe controllare il movimento della gamba con l'occhio della mente e proseguire attivamente con questo movimento. "Il trasferimento di energia al pedale consegue in modo automatico con questa azione."

La differenza tra i due modelli motori può essere provata usando il suo computer e l'apposito test. Un esempio: per una potenza media di 200Watt per gamba, secondo il metodo Petzke, la contrazione dei muscoli al ginocchio genera al massimo 300Watt e la contrazione dei muscoli all'anca 250Watt. Se si tenta di ottenere la stessa potenza media con la pedalata rotonda uniforme, questi stessi gruppi muscolari devono generare una potenza massima di 350Watt. Quindi, se vi concentrate sul movimento delle gambe piuttosto che sulla forza, allevierete lo stress sulle articolazioni ed inoltre gareggerete in modo più efficiente.

Se trovate alcuni aspetti ortopedici in questo articolo, avete ragione. Petzke afferma, "Utilizzando Caloped sono stato in grado di correggere l'errata distribuzione del peso in ciclisti, i quali per esempio avvertivano dolore al ginocchio a causa di una coordinazione errata, o perdita di potenza dovuta a inutile tensione muscolare. "Un caso è Stefan Famulla, un corridore amatoriale di Dillingen. Per oltre due anni ha avuto dolore al ginocchio durante la pedalata. I medici gli hanno diagnosticato danni della cartilagine, ma non potevano aiutarlo. A seguito di analisi sul sistema Caloped, ha modificato la sua tecnica e dice: "Da allora posso andare in bici senza avvertire dolore. Consiglio a chiunque abbia dolore al ginocchio di utilizzare questo metodo." Per Famulla riadattare il suo stile di pedalata non fu un problema, ma per non ricadere nel vecchio stile, per una stagione ha dovuto fare attenzione al suo modo di pedalare. Un altro aspetto positivo, dice "ho anche notato un discreto miglioramento delle prestazioni".

Seguite il movimento del vostro corpo

Come si possono imparare i suggerimenti motori Petzke? Lo sviluppatore di Caloped afferma: "Seguite il movimento del vostro corpo - come fa un corridore. Lui non si preoccupa di quanta potenza sta scaricando a terra. Se tensione muscolare e movimento articolare sono in armonia, nessuno sforzo andrà sprecato." Come esempio di un atleta orientato all'accuratezza del movimento, Petzke cita Lance Armstrong e dà un suggerimento: "Quando stai pedalando, non pensare alla potenza, ma segui e incalza il movimento naturale del tuo corpo." In questo modo aumenti naturalmente la tua velocità di movimento - in altre parole, la frequenza di pedalata (cadenza). La capacità di modificare la cadenza varia molto da ciclista a ciclista, dice Petzke, "ho testato un professionista, il quale non poteva cambiare la sua cadenza, non importava come ci provasse. Altri ciclisti invece, trovano facile influenzare la potenza nei singoli movimenti."

Unsmooth action

Diagramma 1. Il diagramma mostra una pedalata in cui il ginocchio (rosso) sta facendo troppo poco dell'intero lavoro (verde) e gioca un ruolo da antagonista rispetto l'azione.

ideal smooth action

Diagramma 2 . Questo diagramma mostra un'azione molto buona. Ginocchio (rosso) e anca (blu) contribuiscono in una percentuale simile all'intero lavoro (verde). La potenza nella parte posteriore della bici è minore ma tutta nella direzione di movimento, in altre parole, utilizzata per la propulsione.

Introduzione ad una pedalata regolare



ideal pedalling action at 90 degrees
Corretto allungamento della gamba:
Con la distensione di anca e ginocchio e la rapida contrazione dei relativi gruppi muscolari si genera energia. Automaticamente una forza viene applicata al pedale, trasferendo questa energia con rapporto 1:1. La pedivella guida il piede in un movimento circolare e sostiene il movimento attraverso forze orientate radialmente. Queste non causano perdita di energia (forze neutre di supporto). Non lasciate che il movimento delle pedivelle all'indietro causi l'applicazione di una forza di trascinamento in questa direzione, prima che il ginocchio sia abbastanza disteso ovvero nella posizione a ore 5. Tirando all'indietro con i muscoli "sbagliati" posti dietro il ginocchio, i quali sono ancora in fase di raddrizzamento e allungamento, provoca in un primo momento una perdita di energia (nella gamba), che non si traduce in un guadagno di energia a livello della pedivella. La potenza funziona come mostrato dalla freccia verde ed è uguale al trasferimento di energia alla pedivella. Anche se di valore superiore, il costo energetico per muscoli e articolazioni è inferiore!

ideal action at 210 degrees
Corretto richiamo della gamba:
Prima si contraggono i muscoli sul ginocchio (Bicipite femorale, capo breve), poi quelli dell'anca (iliaco/Psoas). Entrambi generano energia quando si accorciano, in relazione con la loro contrazione volontaria. Quando il moto della coscia e della gamba inzia, i muscoli vengono attivati ??al momento giusto - o alla posizione dell'articolazione. Ancora una volta (come sempre) vi è un'applicazione automatica della potenza a pedivella, con un trasferimento di questa energia con rapporto 1:1. Non fatevi distrarre dall'applicazione della potenza. Piuttosto sentite il movimento del vostro corpo. A questo punto avverrà l'attivazione del muscolo con il giusto timing! La direzione del movimento per l'attivazione dei gruppi muscolari correttè è quella della freccia verde.

Riepilogo Il modo comune di vedere l'azione della della pedalata regolare finora, sembra essere stato ormai superato. Per una pedalata regolare più efficiente non è importante la sola forza applicata ai pedali, ma tutta l'attività muscolare nel movimento della gamba. Maggiori informazioni su questo argomento (in tedesco) qui: www.caloped.de.



Allenamento ciclismo | Allenamento triathlon | Allenamento podismo | Allenamento sci da fondo | Allenamento mountain bike